Come Scegliere una Zucca

La zucca è un gustoso ortaggio spesso utilizzato in cucina per preparare diversi piatti e pietanze.
Prima di procedere con la cottura, una fase molto importante è quella dell’acquisto, o meglio della sua scelta.
Quando si sta per comprare una zucca bisogna fare attenzione ad alcuni trucchi per scegliere quella migliore.
Se si sceglie di acquistarla intera, bisogna controllare il picciolo (deve risultare “morbido” e ben attaccato al frutto), e la buccia.
Quest’ultima non deve presentare macchie scure e nemmeno ammaccature.
Infine, si può procedere con un “colpetto” con la mano sulla zucca: se il suono emesso è “sordo”, allora si tratta di un buon frutto.
Nel caso in cui si scelga di acquistarla a pezzi, massima attenzione deve essere data alla freschezza: la polpa, così come gli eventuali semi, devono essere leggermente umidi.

Come Togliere Macchie di Cera dai Pantaloni

Questa guida aiuterà tutte le persone che sporcandosi con della cera su dei pantaloni d’acetato, ad eliminare il tutto senza rovinare il proprio capo d’abbigliamento. Prestate attenzione alle istruzioni, non è così semplice togliere questo tipo di macchia.

Lasciate che la macchia si solidifichi, non toccate assolutamente la macchia quando non è solidificata. Controllate bene lo stato della solidificazione, premendo la macchia dovete sentire che la cera si sia realmente seccata totalmente, dentro e fuori. Ora grattate con il bordo di un cucchiaino per asportare lo strato di cera.

Appoggiate adesso la carta tra due carte assorbenti, premete la zona macchiata con un ferro da stiro a temperatura elevata. Cambiate la carta assorbente più volte, fino a quando tutta la cera si sarà staccata. Il mio consiglio è quello di passare un paio di volte con il ferro e cambiare la carta, cercate di non passare più di cinque volte con il ferro, per questo passaggio ci vuole un pò di pazienza per avere un’ottimo risultato.

A questo punto ci rimane solo prendere i nostri pantaloni e risciacquarli. Potete scegliere se metterli in lavatrice per un lavaggio, oppure, decidere per il risciacquo fatto a mano. Noterete subito che i vostri pantaloni saranno finalmente tornati come nuovi, puliti senza assolutamente nessun residuo di cera!

Come Pulire la Casa

In questa guida ti insegno come pulire bene la casa, risparmiando molto. Per pulire, usiamo moltissimi spray, sgrassatori, anticalcare, lavapavimenti, prodotti per pulire il bagno, la cucina. Ora cercherò di spiegarti come utilizzarne solo due tipi, creati da te!

Occorrente
2 spruzzini di plastica di vecchi detersivi
Mezzo litro di aceto o aceto di mele
6 cucchiai di bicarbonato
Acqua
Panno in microfibra

Prendi uno spruzzino e mettici dentro una quantità di aceto variabile dal venti al quaranta per cento ed il resto di acqua (se l’odore dell’aceto non ti piace, puoi usare l’aceto di mele, che profuma). In questo modo otterrai un ottimo prodotto anticalcare, ti sarà utile per sgrassare cucine, fornelli, cappe aspiranti, i vetri ed il bagno.

L’aceto è anche un ottimo ammorbidente per i panni. Per lavare ed igienizzare i pavimenti, il water, il bidet e la vasca da bagno usa lo spruzzino con dentro il bicarbonato di sodio, naturale e molto igienizzante. Per lavare il pavimento versa acqua calda e bicarbonato di sodio, igienizzerà tutto, senza essere nocivo (sconsigliato aceto e bicarbonato su vasche e lavandini in resina).

Per pulire mobili delicati e superfici in plastica delicate, ti consiglio di acquistare il panno in microfibra, molto utile, sgrassa bene e non graffia. In questo modo, cara amica, risparmierai molti soldi, inquinerai meno, e i tuoi bambini, se verranno a contatto con le sostanze che usi, saranno sicuri.

Come Scegliere lo Sport Giusto per l’Autunno

L’autunno è il momento di ripresa di tutte le nostre consuete attività, che ci accompagneranno nel corso del lungo periodo invernale che ci aspetta.
Le occupazioni che ci riguardano sono molteplici e spesso, al nostro rientro, ci troviamo a fare i conti con nuovi impegni, che dobbiamo essere pronti a gestire ed organizzare nel corso della giornata.

Fortunatamente il periodo di riposo estivo ci offre una mano, nel recuperare entusiasmo e volontà per affrontare le nuove sfide che si presentano.
Inoltre molto spesso, al rientro dalle vacanze, si sente la necessità di rinnovarsi e di cambiare abitudini.

E’ molto comune in questo periodo, ad esempio, la voglia di sperimentare nuove attività fisiche e modi differenti per allentare le tensioni della giornata.
Per tale motivo, può essere utile fare un bilancio delle varie discipline e sport praticabili in questa stagione, per valutare quale attività faccia al caso nostro oppure offra maggior stimoli rispetto allo sport che siamo già abituati a praticare.

Vi sono alcuni criteri fondamentali che permettono di classificare e distinguere varie tipologie di sport.
Innanzitutto, è bene distinguere tra attività di squadra ed attività individuali.
La scelta verso l’una o l’altra direzione dipende da diversi fattori: disponibilità e flessibilità nei tempi da dedicare alla pratica dello sport, desiderio di condivisione, competizione, voglia di ritagliarsi uno spazio di isolamento individuale.

Spesso l’attività singola viene preferita per comodità, poichè consente di essere liberi nella scelta degli orari di allenamento.

Se però, avete la tendenza ad essere pigri e necessitate di motivazione costante, lo sport di squadra può essere un’ottima scelta, perchè sarete spronati dalla presenza degli altri a praticare con regolarità l’attività. Ancora è una buona scelta se si hanno problemi di socializzazione, si vogliono fare conoscenze e si intende condividere la propria passione sportiva con altre persone.

Se, invece, per voi lo sport è un modo per scaricarvi, ritagliarvi un momento di benessere individuale e di isolamento, allora optate per una disciplina individuale.
Ma quale attività dobbiamo scegliere?

Puntiamo su attività aerobiche, che consentono di bruciare il grasso accumulato e tonificare la propria muscolatura; attraverso uno sforzo regolare e costante, miglioriamo il nostro metabolismo, esercitiamo in maniera corretta i nostri muscoli, evitando sforzi improvvisi e troppo intensi che potrebbero causare affaticamento e contratture.

Ideali in questo periodo, sono discipline come il running, la bicicletta, il tennis, il calcio, la pallavolo, che possiamo ancora praticare all’aria aperta.
Nei mesi più rigidi e piovosi, è meglio optare per attività aerobiche da svolgere al chiuso, come il nuoto, lo spinning, le varie discipline da svolgere in palestra o gli sport invernali, come sci, snowboard, hockey.

Cercate, infine, di lasciarvi guidare dal vostro istinto e curiosità di scoperta: se siete indecisi su più attività, sperimentatele contemporaneamente per comprendere quella che vi è più affine.
Variare e cimentarsi in più campi ed interessi è assolutamente benefico, non solo per il nostro fisico, che lavorerà in maniera diversa di volta in volta, sforzando i vari muscoli, ma anche per la nostra mente, impegnata nell’affrontare diversi stimoli ed abilità.

Come Scegliere un Profumo

Come scegliere il profumo giusto e l’essenza più adatta alla vostra personalità? Prima di capire quale sia la fragranza vicina al vostro stile è necessaria una breve premessa che possa aiutarvi nella scelta.

In questo senso, ogni profumo rientra all’interno della cosiddetta “piramide olfattiva” che a sua volta è composta da:

– Note di testa (top): ovvero da quell’odore che viene avvertito appena il profumo viene applicato, ma che scompare quasi subito.

– Note di cuore o centrali (middle): sono quelle che compaiono dopo che gli odori di testa si dissolvono e sono appunto il “cuore” di una specifica essenza.

– Note di fondo (base): sono più ricche e corpose all’olfatto, ma non compaiono prima dei 20 – 30 minuti dopo aver messo il profumo e ne costituiscono il tema predominante.

Dopo aver compreso come solitamente vengono descritte le essenze, ecco 3 consigli per scegliere quella che fa al caso vostro.

Considerate i profumi che vi stimolano particolarmente.
Fate una lista degli odori che più amate sentire, come quelli della biancheria pulita, oppure dell’erba appena tagliata o ancora di specifici fiori o piante e in base a ciò che sceglierete, non dovete far altro che ricordare le essenze che significano di più per voi, scegliendo in profumeria la fragranza che avrà note simili.

Pensate alla vostra personalità:
Se solitamente siete delle persone semplici, vestite basico e non utilizzate make up pesanti, optate per dei profumi freschi e non essenze a base di muschio o più taglienti come quelle agli agrumi o molto speziate. L’idea è scegliere la fragranza che meglio vi rappresenti.

Provate il profumo prima di acquistarlo.
Non ci si può basare soltanto sulle prove effettuate in profumeria, magari mediante apposite strisce di carta. Dovreste premunirvi di campioncini e testare il profumo almeno per un paio di giorni.